Era Dio a sostenerla: l’uomo che sognava di essere padre ha improvvisamente trovato una bambina abbandonata

È stato un miracolo che è accaduto durante un turno serale.

“Ho alzato in braccio e l’ho tenuta tra le braccia. Ci siamo guardati negli occhi, ed è stato tutto. La amo da quel momento in poi”, condivide i suoi primi pensieri il pompiere che è diventato l’uomo più felice del mondo in pochi istanti.

A gennaio, un pompiere di Ocala, in Florida, stava facendo un turno notturno nella caserma quando è stato svegliato alle 2 del mattino da un allarme.

Ha riconosciuto immediatamente il suono.

Un neonato era stato messo nella Safe Haven Baby Box dell’edificio, un dispositivo che consente a qualcuno di consegnare un bambino in sicurezza e in modo anonimo, senza fare domande.

“Per essere onesto, pensavo fosse un falso allarme”, ha dichiarato il pompiere, che desidera rimanere anonimo per proteggere la privacy della sua famiglia.

Ma aprendo la scatola, ha scoperto una bambina sana avvolta in una copertina rosa. Quella bambina sarebbe diventata sua figlia Zoey.

“Lei aveva una piccola bottiglia con sé e stava solo rilassandosi”, ricorda. “L’ho alzata in braccio e l’ho tenuta tra le braccia. Ci siamo guardati negli occhi, ed è stato tutto. La amo da quel momento in poi.”

Il pompiere e sua moglie lottavano da oltre un decennio per avere un bambino, e le ruote nella sua testa hanno cominciato a girare.

“Non ho chiamato mia moglie subito perché non volevo svegliarla, ma sapevo che sarebbe stata d’accordo”, dice riguardo al suo progetto.

Stava andando in ospedale con la bambina e stava esplorando la possibilità di adottarla. In ospedale, il pompiere, che è anche un paramedico, ha scritto una nota e l’ha lasciata a Zoey.

“Ho spiegato che mia moglie ed io stavamo cercando di avere un bambino da 10 anni. Gli ho detto che avevamo completato tutti i nostri corsi nello stato della Florida e che eravamo iscritti per l’adozione”, ha detto.

“Tutto ciò di cui avevamo bisogno era di un bambino.” “Come l’ho trovata… Era Dio che ci aiutava”, dice, aggiungendo che è difficile trattenere le lacrime quando racconta questa storia.

Il pompiere dice di condividere la storia con la speranza che la madre biologica di Zoey possa “passare oltre”.

“Vogliamo farle sapere che ci prendiamo cura della sua bambina e che è amata oltre le parole”, dice. Un dettaglio che ha appreso in seguito in ospedale è che il cordone ombelicale della bambina era stato legato con un laccio.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Era Dio a sostenerla: l’uomo che sognava di essere padre ha improvvisamente trovato una bambina abbandonata
Un adorabile cucciolo e una bambina instaurano una bellissima amicizia attraverso la musica e formano un meraviglioso gruppo