La storia interessante di una madre e di suo figlio in aeroporto è stata condivisa da una utente su Facebook

Una donna di nome Beth Bornstein ha raccontato questa storia sulla sua pagina Facebook ed è diventata virale.

Narrando un incidente avvenuto in un aeroporto di Los Angeles, la signora Bornstein ha condiviso la sua esperienza personale.

Nella sala d’attesa, la donna stava aspettando di imbarcarsi sul suo volo. La sala era affollata di persone. Un bambino di un anno e mezzo correva nella stanza ed era ovviamente annoiato e caldo.

Il bambino picchiava i sedili e poi è caduto a terra, rialzandosi si è messo a picchiare e a gridare qualcosa di incomprensibile. Beth e altre persone stavano osservando il bambino, ma all’inizio nessuno ha reagito.

Il bambino era con sua madre, e il pancione della giovane donna faceva capire che fosse incinta. Lei cercava di calmare il suo bambino, ma senza successo.

Il piccolo continuava a gridare e non la ascoltava. E quando la madre cercava di avvicinarsi a lui, lui scappava. Caduto a terra, il bambino urlava in modo isterico e continuava a comportarsi male.

La giovane donna era disperata e non sapeva cosa fare. Poi è successo qualcosa di inaspettato. All’improvviso, Beth e diverse donne presenti lì si sono avvicinate alla madre e al bambino.

Si sono sedute per terra senza dire una parola. Hanno formato un piccolo cerchio e Beth ha iniziato a cantare dolcemente una canzone su un piccolo ragno, e le altre l’hanno seguita.

Poi, una ragazza ha tirato fuori un’arancia dalla sua borsa, l’ha sbucciata e l’ha offerta al bambino. Qualcuna ha preso un giocattolo dalla sua borsa e l’ha dato al bambino.

Un’altra donna ha offerto una bottiglia d’acqua alla madre del bambino. Infine, il bambino si è calmato e tutto si è risolto bene. Poco dopo, la madre e il figlio sono saliti a bordo del loro aereo e sono decollati.

Anche se tutte le donne erano sconosciute, sono riuscite a risolvere la situazione senza dire una parola. “All’unire le forze, le donne possono salvare il mondo”, ha scritto Bornstein alla fine della sua storia.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

La storia interessante di una madre e di suo figlio in aeroporto è stata condivisa da una utente su Facebook
La donna ha partorito gemelli, uno dei bambini ha due anni in più: tutti erano sorpresi