Incontra l’uomo di 25 anni che ha smesso di crescere ma è adorato dagli abitanti del villaggio come un dio

Singh vive nel villaggio di Ramditt Wala nella regione settentrionale di Mansa in India.

Manpreet Singh è una persona unica che vive in India. Se si guarda il ragazzo, si può tranquillamente dire che non ha più di sei mesi, ma non è così.

In effetti, Manprit Singh ha già 21 anni, ma a causa di una rara e misteriosa condizione medica, il ragazzo ha smesso di crescere e svilupparsi in sei mesi.

L’altezza dell’uomo oggi è di soli 60 cm e il suo peso è di 7 kg. E questi parametri sono lontani dalle norme dello sviluppo fisico di un adulto.

Tuttavia, gli abitanti del villaggio in cui ora vive Manpritu Singh considerano quest’uomo una creatura divina, quindi vengono da lui ogni giorno per inchinarsi e chiedere benedizioni.

La famiglia di Manprit Singh vive in modo piuttosto modesto, quindi né la madre né il padre del ragazzo non hanno mai avuto

nemmeno una frazione dell’importo necessario per pagare i complessi studi medici di cui il figlio aveva bisogno.

I genitori dell’insolito ragazzo sperano che la storia del loro bambino si diffonda in tutto il mondo attraverso i media,

che attireranno l’attenzione delle persone di tutto il mondo sui suoi problemi. Il ragazzo ha un fratello e una sorella più piccoli e, fortunatamente, non hanno questi problemi.

Secondo i suoi genitori, il ragazzo era sano fino a 6 mesi, e poi improvvisamente è successo qualcosa. I medici che hanno visto uno strano bambino sono sicuri

che si tratti di un raro malfunzionamento della ghiandola tiroidea. La medicina ha già riscontrato casi simili, ma ce ne sono pochissimi.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Incontra l’uomo di 25 anni che ha smesso di crescere ma è adorato dagli abitanti del villaggio come un dio
Kylian Mbappé ha accidentalmente colpito il pallone in faccia a una tifosa: non crederai alla reazione dell’atleta