Un matrimonio alla cieca: una ragazza affascinante sposa un uomo che non ha mai visto

Una malattia retinica ereditaria non lascia scelta: nel corso degli anni, la sua vista si è deteriorata sempre di più, fino a perdere completamente la vista.

Ora, Stéph si muove con un bastone e ha recentemente ottenuto un cane guida. Anche sua madre, che soffre della stessa malattia, si muove allo stesso modo.

“Non ho più una visione utile, solo la percezione della luce e dell’oscurità. A volte percepisco alcune forme e ombre in lampi, ma tutto è molto sfocato”, dice lei.

Hanno incontrato il loro fidanzato, l’agente di polizia Rob Campbell, nell’ottobre del 2016.

Hanno vissuto nella stessa casa per quasi un anno, ma non avevano idea l’uno dell’esistenza dell’altro fino a quando non si sono incontrati durante una festa dei residenti sul tetto.

 

“Indossavo un bastone, quindi era abbastanza evidente che avevo problemi di vista.

Il fatto che non gli importasse dice molto”, dice Stéph, ammettendo che il bastone interferiva in precedenza nelle sue relazioni con gli uomini.

La maggior parte di loro non riusciva ad accettare il fatto che la ragazza stesse diventando cieca. Durante la conoscenza con Rob,

la vista di Stéph si è deteriorata al punto che non poteva più distinguere i volti delle persone. Non sa ancora come sia il suo fidanzato, ma ora non le importa più affatto.

Molto più eccitazione la vigilia del matrimonio è stata suscitata dal fatto che non poteva vedersi con un abito da sposa durante le prove.

Stéph è andata a scegliere l’abito accompagnata dai suoi genitori, dal fratello, dalla damigella d’onore e da un fotografo.

La consulente del negozio le ha descritto con il maggior dettaglio possibile l’aspetto dei vestiti, poi Stéph ha potuto farsi un’idea di ognuno di essi toccandoli.

“Volevo che tutti mi dicessero sì o no, ma reagivano con così tanto rispetto ad ogni abito che ero persino un po’ delusa. Avevo bisogno di una totale onestà”, ricorda Stéph del processo di prova.

Alla fine è stato trovato l’abito. La ragazza ammette che anche senza poterlo vedere, ha provato un brivido quando ha capito che era “quello”!

Per scegliere tutti gli altri dettagli del matrimonio: la decorazione, i fiori, il luogo della cerimonia, Stéph ha dovuto fare affidamento sull’opinione degli altri.

Ha scelto alcune cose quando poteva ancora vedere. Guidati da queste note, i suoi cari hanno preso il resto.

La ragazza spera che la storia della loro preparazione ispiri altre persone a lottare contro i propri problemi, qualunque essi siano.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Un matrimonio alla cieca: una ragazza affascinante sposa un uomo che non ha mai visto
Una ragazza semplice venuta dall’Armenia ha conquistato il cuore degli stilisti di Gucci con la sua straordinaria bellezza