Una donna si sveglia al mattino, pensando di avere 19 anni, quando ne ha 34: scopriamo cosa è successo

Il 30 aprile del 2008, Naomi Jacobs, 34 anni, si è tranquillamente addormentata e si è svegliata in un mondo diverso per lei.

Al mattino, la donna era fermamente convinta di avere solo 15 anni: aveva completamente dimenticato gli ultimi 15 anni in una sola notte.

Quando ha aperto gli occhi quella mattina, Naomi ha visto una stanza sconosciuta davanti a sé ed è stata presa dal terrore.

Poi un adolescente è entrato nella stanza e si è presentato come suo figlio: lì, è stata presa da uno shock reale.

Si è precipitata in bagno di fronte allo specchio, dove la guardava una donna adulta. La realtà si è letteralmente capovolta per Naomi.

Una studentessa ambiziosa, con tutto il mondo davanti a sé, si è improvvisamente ritrovata una donna adulta, la cui vita era gradualmente in declino.

Gli amici hanno portato la signora Jacobs dal medico. Dopo vari test, è stata diagnosticata una rarissima amnesia globale transitoria.

Con questa malattia, una persona non perde le abilità acquisite: Naomi ricordava come guidare una macchina, conosceva il codice PIN di una carta di credito e altre cose simili.

Ma le memorie globali erano completamente scomparse, 15 anni erano svaniti in una sola notte. Fortunatamente, c’era una vera soluzione al problema.

Ci sono volute nove settimane di terapia costante e lavoro con i medici per riconciliarsi con la realtà.

Ma ogni notte, finché non si è completamente ripresa, si coricava sperando di svegliarsi di nuovo come studentessa.

Non c’è male senza bene. Naomi Jacobs, dopo aver superato tutti i test, ha scritto un libro che è  rapidamente diventato un bestseller e le ha fatto guadagnare molto denaro.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Una donna si sveglia al mattino, pensando di avere 19 anni, quando ne ha 34: scopriamo cosa è successo
Una donna che ha lavorato fin dall’età di 13 anni è entrata a scuola all’età di 100 anni per combattere l’analfabetismo