Gli adolescenti di Montreal sono stati applauditi come eroi per aver salvato una coppia dall’annegamento a Barbados

Due turisti britannici sono stati salvati dall’annegamento da due ragazze canadesi adolescenti che si trovavano sulla stessa spiaggia nello stesso momento e, inoltre, erano eccellenti nuotatrici.

Emma Basserman, 14 anni, e Zoe Meklenssek-Ireland, 13 anni, si allenano entrambe a livello agonistico da anni.

Zoe sogna di partecipare alle competizioni olimpiche con suo padre come allenatore e si allena presso il club di nuoto di Dorval, nel Québec, nella speranza di realizzare questo sogno.

Era lì, alle 15:00, sulla costa sud di Barbados, quando Emma e Zoe avevano finito di fare boogie board. Si trovavano sull’isola per un campo di allenamento, ma non avrebbero iniziato ad allenarsi per un po’ di tempo.

All’improvviso, hanno sentito una grida.

“Ho sentito qualcuno chiamare aiuto lontano. Ho guardato intorno a me e l’ho vista, era a circa 15 metri da me”, ha raccontato Zoe.

“Sono andata da lei e mi ha detto che suo marito era più lontano, che aveva difficoltà a nuotare e aveva bisogno di aiuto”.

Belinda Stone, originaria dell’Inghilterra, era stata trascinata in mare aperto con suo marito Robert. Con l’aiuto di Emma, Zoe ha rapidamente riportato Belinda a riva, ma Robert era molto più lontano.

Belinda ha esortato le ragazze a non rischiare le loro giovani vite per salvare suo marito di 60 anni, ma in assenza di bagnini sulla spiaggia quella mattina, il destino ha voluto che fossero le due nuotatrici più esperte in zona.

Fortunatamente avevano le loro tavole da surf e sono riuscite a risparmiare energia nuotando per 6 minuti per raggiungere Robert, che cercava di nuotare controcorrente.

Molte persone possono passare tutta la vita in vacanza sulle spiagge senza imparare cosa fare se vengono colte da un’onda anomala.

Zoe e Emma, al contrario, hanno capito bene la situazione e, dopo aver caricato l’esaurito Robert Stone sulla tavola,

Zoe l’ha legato alla caviglia e tutte e tre hanno iniziato a nuotare – parallelamente alla riva – fino a uscire sia dalla corrente che dalla diagonale dell’onda.

Il nuoto è stato lungo, molto lungo, ma le ragazze erano forti. Insieme sono tornate in spiaggia.

Non solo i turisti britannici in visita hanno applaudito le spettacolari abilità di nuotatrici delle due ragazze, ma anche il presidente del partito giovanile locale ha premiato le ragazze per la loro bravura.

Il padre di Zoe era molto orgoglioso e in parte sorpreso da ciò che sua figlia aveva compiuto, dichiarando che era un buon esempio del motivo per cui ritiene che ogni bambino dovrebbe frequentare corsi di nuoto per almeno qualche anno.

“Penso che ogni bambino dovrebbe imparare a nuotare almeno fino a 10, forse 12 anni.

Se la barca si rovescia e vuoi nuotare fino alla riva, queste ragazze sanno come farlo e tirare qualcuno a bordo”, ha dichiarato.

 

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Gli adolescenti di Montreal sono stati applauditi come eroi per aver salvato una coppia dall’annegamento a Barbados
Dei genitori messicano-americani sono scioccati dopo aver dato alla luce una bambina bionda dalla pelle chiara