Le voci riempiono il corridoio dell’ospedale per onorare una bambina malata durante il suo ultimo viaggio

Cora, soprannominata affettuosamente “Cora”, è diventata il simbolo di resilienza e speranza.

Nata in Iowa, la sua breve vita è stata segnata da una lotta coraggiosa contro una parainfluenza che ha portato a gravi complicazioni e, alla fine, alla sua morte durante la Pasqua.

Megan e Paul, i genitori di Cora, hanno dedicato un anno a prendersi cura di lei, nonostante i loro sforzi, la malattia ha preso il sopravvento.

Il cuore di Cora si è fermato durante una procedura di trasferimento alla Mayo Clinic, ma è stato miracolosamente ripristinato.

Nonostante la stabilità cardiaca, Cora ha subito lesioni cerebrali gravi, rendendola irreversibilmente diversa.

Nelle settimane successive, il suo stato di salute è peggiorato, e il suo cuore è fermato di nuovo, portando alla sua morte.

In mezzo al dolore, Megan e Paul hanno trovato speranza nella decisione di donare gli organi di Cora a otto persone bisognose.

La cerimonia di onore organizzata nei corridoi dell’ospedale è stata commovente, con “Amazing Grace” intonato in suo onore.

Il cuore di Cora ora batte in un bambino di un anno, il suo fegato donato a una bambina di un anno e i suoi reni a una donna di 41 anni.

La storia di Cora continua a ispirare la riflessione sul dono degli organi e la sua memoria vive attraverso le vite che ha toccato.

Megan e Paul sperano che la storia di Cora sensibilizzi il mondo sul significato del dono degli organi, celebrando la felicità e la vitalità della loro “piccola supereroina”.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Le voci riempiono il corridoio dell’ospedale per onorare una bambina malata durante il suo ultimo viaggio
Una donna si sveglia al mattino, pensando di avere 19 anni, quando ne ha 34: scopriamo cosa è successo