Una lanciatrice di giavellotto olimpico vende la sua medaglia d’argento all’asta per salvare la vita di un bambino

Tutti gli atleti olimpici lavorano incredibilmente duro per raggiungere i propri obiettivi, ma Maria Andrejczyk ha avuto serie complicazioni prima di salire sul podio.

La lanciatrice polacca di giavellotto ha mancato la sua occasione alle Olimpiadi del 2016 per soli 2 centimetri. Dopo essere stata fermata da una crisi alla spalla nel 2017, ha poi scoperto di essere affetta da un cancro osseo.

Dimostrando un vero spirito combattivo, Maria è riuscita a riprendersi in tempo per qualificarsi alle Olimpiadi del 2020 a Tokyo, in Giappone.

Tutti i suoi sforzi sono stati premiati quando ha vinto la sua prima medaglia olimpica, una medaglia d’argento.

Tornata a casa, ha appreso di un bambino di 8 mesi, Miloszek Maysa, che ha disperatamente bisogno di recarsi negli Stati Uniti per un intervento chirurgico che potrebbe salvargli la vita.

Miloszek è nato con una grave malformazione cardiaca, non rilevata in tempo per essere corretta nelle prime settimane di vita.

“La terra ci è nuovamente sfuggita sotto i piedi”, ha scritto Monika, la madre di Miloszek, su un sito polacco di raccolta fondi.

“Solo un trapianto di cuore e polmone ci darà una possibilità di condurre una vita normale!

Lo stato di salute del bambino è così preoccupante che non può essere curato nel suo paese d’origine, ma i medici del Stanford University Medical Center, in California, sono in grado di gestire il suo caso.

Purtroppo, richiedono l’80% del pagamento in anticipo, una somma che la famiglia Maysa non può semplicemente permettersi. Ed è qui che è intervenuta Maria per aiutare!

Una settimana dopo il suo ritorno dal Giappone, l’atleta ha condiviso un messaggio su Facebook annunciando che avrebbe messo all’asta la sua medaglia d’argento per raccogliere fondi per Miloszek.

“Miloszek ha un difetto cardiaco, deve essere sottoposto a un intervento chirurgico”, ha detto in polacco.

“Ha già un vantaggio grazie a Kubus, un ragazzo che non è arrivato in tempo, ma i cui genitori straordinari hanno deciso di devolvere i fondi raccolti. E così voglio aiutarlo anche io. È per lui che metto all’asta la mia medaglia.”

Dopo alcuni giorni, un negozio polacco chiamato Zabka ha acquistato la medaglia per 125.000 dollari, più di quanto Maria sperasse di ottenere.

Inoltre, quando la sua storia è stata diffusa, sempre più persone hanno iniziato a fare donazioni per la raccolta fondi. Alla fine, l’importo raccolto è stato più che sufficiente per coprire il viaggio di Miloszek in America!

Grazie a un’atleta olimpica altruista, Miloszek ora ha una possibilità di lottare! Condividi questa storia per augurare a Miloszek un buon viaggio negli Stati Uniti.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Una lanciatrice di giavellotto olimpico vende la sua medaglia d’argento all’asta per salvare la vita di un bambino
Una ragazzina giapponese dai capelli eccezionalmente folti diventa il volto pubblicitario di una famosa azienda